Buone vacanze!
(O forse buone vacanze… lavorative?)

Non so voi, ma quando vado in vacanza, difficilmente riesco davvero a… staccare la spina col mondo del lavoro! O almeno con la parte ludica di esso riversata sui Social Media.

Da qualche tempo infatti, Ferragnez docent, è stato sdoganato il mostrare la propria vita privata anche durante le vacanze, oltre che durante tutto l’anno, naturalmente.

E quindi giù a postare innumerevoli seflies, chi con un po’ di pancetta e chi con un fisico “bestiale”, con tramonti mozzafiato, acque cristalline e spiagge caraibiche, montagne verdeggianti e parchi avventura, ognuno si cimenta nell’arte fotografica, che mai stata così a portata di mano di tutti come oggi. I fotografi “veri” non me ne vogliano, le foto professionali sono sempre tutt’altra cosa, ma devo confessare di essermi imbattuta talvolta in qualche bell’esemplare di foto quasi da manuale.

Per cui eccomi qua anche io a raccontare per immagini le varie tappe della mia vacanza, trascorsa quest’anno, tra monti e mari italici.

Ravizzotti | Buone vacanze!

Vacanze 2021

Quest’anno ho diviso la vacanza tra la montagna piemontese ed il mare pugliese.

La zona della Val di Susa in estate risulta particolarmente piacevole per le numerose passeggiate, paesaggi incantati, rifugi da scoprire e, naturalmente una temperatura perfetta, con un sole caldo, ma non afoso, che abbronza dolcemente e che la sera fa mettere la copertina nel letto.

Ma l’estate non è tale senza un po’ di mare e quest’anno la Puglia è stata la mia meta, il Salento per la precisione; facendo base in un bellissimo B&B di Lecce, immerso nel verde e dotato di provvidenziale piscina, ogni giorno si andava alla scoperta delle cittadine circostanti, venendo letteralmente travolti da tanta bellezza, gustando piatti di pesce freschissimo e col caffè, come dessert, i famosi “pasticciotti” alla crema.

La città di Lecce è regina indiscussa del Salento, con un centro storico molto esteso, meraviglioso, tutto da scoprire, dotato di numerosi anfratti dai palazzi sontuosi, un’architettura sobria e sofisticata al tempo stesso, tutta rigorosamente costruita con la famosa “pietra di Lecce” così chiara e luminosa da conferire a tutto l’insieme una colorazione in due differenti tipo di contrasto, col cielo blu intenso e limpido del giorno e quello corvino della notte.

Una settimana non è bastata per visitare completamente il centro storico, per cui penso proprio dovrò tornare a… completare l’opera di un minuzioso ed attento turismo italico LECCESE!